Archivio per dicembre, 2010

La ragazza dello Sputnik

Pubblicato: 20 dicembre 2010 in 8/10, mistero, romanzo

Romanzo di Haruki Murakami, in bilico, come di solito sono i racconti di questo autore, tra sogno e realtà, anche se mai si arriva a dubitare che quello che ci viene raccontato sia reale (e in questo è meno “fantastico” rispetto ad altri romanzi dell’autore), Murakami ci regala tre personaggi meravigliosi. Misteriosi e un po’ solitari come dei satelliti, ma che sono costretti a ruotare intorno a qualcosa, sia questo qualcosa l’amore oppure l’assenza di amore.
Inseguendo le vicende di Sumire intorno al mondo, arriviamo ad affezionarci ai personaggi, forse perché ritroviamo in loro quelle incapacità ad ottenere, quelle difficoltà ad amare che spesso influenzano la nostra vita.
Insomma da leggere.

voto complessivo 8/10

qui il link ad anobii

Annunci

La zona cieca

Pubblicato: 20 dicembre 2010 in 7/10, romanzo

Chiara Gamberale sceglie di descrivere una storia di due persone. Forse non è appropriato chiamarla una storia d’amore, ma che cosa è, se non amore, quello che lega due persone più di qualunque altra cosa, più dell’amor proprio, contro il parere di tutti e a dispetto le amare delusioni e i dolori (non solo figurati) che una persona ci fa provare?
Eppure mai dubitiamo che i protagonisti sono fatti per stare insieme.
Prova difficile, ma riuscitissima.

voto complessivo 7/10

Qui il link ad Anobii

Rapunzel – L’intreccio della torre

Pubblicato: 7 dicembre 2010 in 7/10, animazione, film

Si tratta della versione Disney della favola di Raperonzolo, (Rapunzel dovrebbe essere il titolo originale della fiaba) e, in quanto tale, si discosta in più punti dalla favola originale. Ne viene fuori un bel film, un po’ melenso, un po’ americano, disegnato con una tecnica 3D che ormai non ha più segreti: i personaggi sembrano proprio degli attori reali, se non fosse per i giganteschi occhi (la deliziosa Rapunzel ha anche i denti imperfetti).
Insomma, il film è carino ma decisamente per bambini, anche se riesce ad insegnare qualcosa agli adulti, in particolare che se si vuole veramente qualcosa, prima o poi si riesce ad ottenerla, anche se occorre aspettare molto tempo (perfino 18 lunghi anni!).
Se avete dei nipoti da usare come scusa per andarci, non esitate a farlo…

Voto complessivo 7/10

Ti prendo e ti porto via

Pubblicato: 5 dicembre 2010 in 8/10, romanzo

un bel romanzo  di Niccolò Ammaniti, fatto di storie di persone che vivono la loro vita, i cui fili poi si intrecciano e si separano, modificando l’esistenza, fino al compimento del proprio ineluttabile destino.
Fatto di personaggi perfettamente delineati, tondi, veri nella loro crudezza e crudeltà, si svolge in una provincia della Toscana.
Una grande prova. Da leggere

voto complessivo 8/10

Qui il link ad anobii