Midnight in Paris

Pubblicato: 23 dicembre 2011 in 8/10, fantasia, film

il film è scritto e diretto da Woody Allen e, come la maggior parte dei film del caro vecchio Woody, o lo odi o lo ami.
Secondo me, tralasciando i primi 5 minuti del film, che sono un vero e proprio spot pubblicitario per la città di Parigi, con una sequenza di cartoline che nemmeno sul sito di Flickr del più sperduto turista potete trovare, con nomi di negozi e marchi in bella vista, si tratta di uno di quei film che finisci per amare.
Fa parte del filone “fantasioso”, in cui alcuni avvenimenti inverosimili, al limite della fantascienza (tipo La rosa purpurea del Cairo per intenderci) portano i protagonisti (e gli spettatori) ad interrogarsi sulla propria vita, su quello che cercano, su quello che realmente vogliono e vale la pena fare.
Anche lo spettatore viene catturato da questa atmosfera onirica e ti vien subito voglia di andare a Parigi.

voto complessivo 8/10

Annunci
commenti
  1. mamiche ha detto:

    La magia la crea secondo me la faccia stralunata ed ingenua di Owen Wilson, l’attore principale, attorno a cui il regista costruisce in effetti tutto il film.
    Secondo me poi ci sono degli interessanti spunti di riflessione sul tempo (cronos), che la leggerezza apparente del film dissimula.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...